Dipartimento di ingegneria industriale (DII)

Cooperativa Primavera Soc. Coop. ONLUS

English version

 

La manutenzione del verde genera residui come rami, foglie e scarti di sfalci e potature. Tali materiali non sono percepiti come risorsa dalle imprese del settore ma come scarti con un costo di smaltimento. Tuttavia un approccio di “economia circolare” alla gestione delle risorse, come sostenuto dalle politiche comunitarie, offre grandi opportunità economiche alle imprese e garantisce una crescita intelligente e sostenibile alla società: la transizione verso un'economia circolare è al centro dell'agenda per l'efficienza delle risorse nell'ambito della strategia Europa 2020.

 

L’economia circolare è basata sui principi cardine di produzione sostenibile e riciclo: non ci sono rifiuti e le materie vengono riutilizzate. I residui della manutenzione del verde in economia circolare diventano risorse, usabili per produrre energie rinnovabili (biogas) e compost o recuperabili per costruire interventi di cosiddetta ingegneria naturalistica, ad es. fascinate e palificate. Tali interventi mirano a stabilizzare pendii collinari/montani e sponde/argini di fiumi, canali e fossati, per proteggerli dal dissesto idrogeologico con tecniche ad alta naturalità e pregio paesaggistico, in quanto basate su interventi leggeri e che non impiegano materiali artificiali (cemento).

 

L’economia circolare è tema di ricerca, mancano studi che ne dimostrino la fattibilità in pratica. Il progetto “Innovazione e progettazione per studiare la fattibilità di un'economia circolare nella manutenzione del verde” (Circular Green) intende studiare fattibilità e vincoli per un’economia circolare degli scarti della manutenzione del verde da un punto di vista normativo, economico, tecnico e sociale, evidenziandone i benefici ambientali e socio-economici e la competitività data dai costi ridotti di smaltimento dei residui e dalle nuove linee di business per le imprese operanti nel settore

 

Il progetto “Circular Green” è finanziato dalla Regione Veneto nell’ambito del Programma Operativo FSE (Fondo Sociale Europeo) 2014-2020 e vede una partnership fra il Dipartimento di Ingegneria Industriale (DII) dell’Università degli Studi di Padova, con il coinvolgimento del gruppo di ricerca LASA, e la Cooperativa Sociale Primavera Società Cooperativa Sociale ONLUS.

 

 

Linee guida per un’economia circolare della manutenzione del verde

 

Home

 

Strategia Europea per un’economia circolare (en)

 

Opere di ingegneria naturalistica in laguna di Venezia: progetto LIFE - VIMINE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questo sito utilizza il servizio ShinyStat per monitorare le visite:

Servizio Opt-Out

Informativa sulla privacy

auth. lupax [ Last modified ]